Prima o poi ritornano!

E’ da due settimane che ho una gran voglia di scrivere, e sono ben consapevole di aver trascurato troppo questo blog! 😀 Sono scomparsa, senza neanche poi un motivo ben preciso, o meglio un motivo vero c’era fino ad Aprile ma poi per Maggio e Giugno non ho scuse! Confesso: questi mesi sono stati davvero pieni e confusi…

Ho fatto tante cose sia belle che brutte, sia grandi che piccole; ho agito spesso senza pormi troppe domande, senza pensare alle conseguenze, senza riflettere troppo sulle cose che mi circondavano (tratto che invece mi caratterizza o forse dovrei parlare al passato, non lo so). In ogni caso, così l’ago della mia bussola è impazzito, ed in questa caldissima serata di luglio con i libri sulla scrivania che richiamano la mia attenzione e un esame imminente, sento il bisogno di far quadrare le cose, di trovare la mia strada scrivendo un po’ quel che ho in testa. Ricordare, raccontare, condividere, mi farà solo bene.

La cosa più importante credo sia il fatto che mi sono laureata a metà aprile (laurea triennale in Ingegneria Ambientale), successivamente ho seguito parte del secondo semestre di lezioni del primo anno della magistrale (da aprile a fine giugno). Quindi per ora sono impegnata con lo studio di queste nuove materie. Ammetto di arrivare parecchio “in affanno” rispetto ai miei compagni (che, essendosi laureati nelle sessioni di febbraio e marzo, hanno avuto modo di seguire il secondo semestre dall’inizio e studiare quindi con calma); la mia testa non collabora affatto, ed il corpo vorrebbe muoversi molto di più. Per ora sto provando, senza neanche molta convinzione (altrimenti di certo non sarei qui a scrivere a quest’ora) a dare un secondo esame verso metà luglio, essendo all’oscuro dei risultati del primo esame che ho sostenuto (uno scritto).

Ho deciso, dopo mille esitazioni e ricerche, la mia meta Erasmus. Le borse di studio in Danimarca erano finite, così a Febbraio ho accettato (pur di poter partire) l’unica altra sede anglofona disponibile, ovvero Vilnius (Lituania). Anche questa meta è stata però ben presto eliminata, non a causa di preferenze personali (altrimenti non sarebbe stata una scelta così difficile) ma per pure questioni burocratiche. Detto in parole estremamente povere: ad Alicante posso sostenere quattro esami senza dover poi integrare nulla una volta tornata in Italia. Queste, in una facoltà come la mia, sono “congiunzioni astrali” immensamente favorevoli da non sottovalutare. Ho combattuto le mie paure nate dal fatto di non conoscere la lingua, ma alla fine, la settimana scorsa, è diventata ufficialmente la Spagna la mia destinazione 2013. (Sappiate che questo è accaduto poco dopo la finale degli Europei di calcio, quindi immaginate quante risate si siano fatte le persone che mi sono vicine e che sanno quanto io ami il calcio! :D) Scherzi a parte, sono contenta per la città (non molto più grande della mia) in cui dovrei riuscire a sostare tranquillamente, anche se non so una parola di spagnolo e mi trovo costretta ad impararlo in meno di sei mesi… Olè! xD

Ora che ho chiuso con la triennale, ho cominciato la magistrale e mi sono liberata momentaneamente dalla burocrazia Erasmus, ho davvero bisogno di staccare totalmente dall’Università. Tra le tante cose, almeno questa mi è ben chiara… Perché il mio senso del dovere (e con esso il senso di colpa) mi divorano alle volte, tanto da non farmi vivere serenamente né esperienze come un weekend fuori né banalissime serate con amici. Fortunatamente, complici internet e la mia conoscenza della località in questione (che ha ristretto di molto la ricerca, velocizzandola), sono riuscita a trovare last minute un appartamento in affitto al mare: una settimana lontana da tutto e tutti, a fine Luglio. Sto seriamente pensando di non portarmi nient’altro che vestiti, costume, occhialini e iPod. Che strana la vita: eviti la solitudine in modi più o meno consci per anni e poi la desideri più di ogni altra cosa!

Altre cose sparse, ma degne di nota (e di cui molto probabilmente ritornerò a parlare). Ho comprato una bici, per spostarmi in città più facilmente. Sono tornata “in solitaria” sul campo da basket e in vasca da 50 metri, conseguendo mediocri risultati. Sono stata a Torino cinque giorni, ed ho visto il concerto dei Coldplay. Ho visto veramente tanti, tanti, tanti film (sia in dvd che al cinema). Mi sono appassionata a nuove serie tv Fox come “Touch” o “New Girl”. Ho visto le ultime stagioni di serie che amo come “The Big Bang Theory” e “How I met your mother”. Ho ritrovato i miei dischi degli immensi Queen con grandissima gioia ed ho anche visto un concerto dei “White Queen” in cui è venuto fuori il peggio di me (come sempre d’altronde quando si tratta di musica live). 😆

Avendoli nominati prima, senza però dal loro il giusto spazio, vi saluto con una canzone dei sani, vecchi, Coldplay. Vado subito (dopo la canzone, si intende :D) a dormire, altrimenti domani anziché leggerlo il libro, lo userò come cuscino. Un abbraccio a tutti, vi auguro un buon weekend ed una buonanotte! 😉

VIVA LA VIDA (Un sogno che si avvera!)

24 Maggio 2012

Stadio Olimpico, Torino

COLDPLAY!

Ci sarò!!! 😀

24 Ottobre 2011: Nuovo, bellissimo, disco dei Coldplay finalmente nelle mie mani!!!

(Seguono questa data circa due mesi di costanti visite sul loro sito ufficiale, per controllare le date del Tour!)

Sabato 10 Dicembre, ore 19: la notizia del concerto italiano è ufficiale. Non a Milano a Giugno (come si pensava) ma a Torino a Maggio. Ancor meglio (per me) da un punto di vista organizzativo sebbene più lontano! 😉

Mercoledì 14 Dicembre, ore 9: mi sveglio con un solo pensiero, combattere con TicketOne. E’ un sito che uso spessissimo ma che a volte odio! In ogni caso, piena di caffeina, alle 10 ho cominciato a sclerare… Non si riusciva a confermare il log-in sul sito: NERVOSISMO ALLE STELLE! Dopo pochi minuti riesco a visualizzare l’evento, selezionare i biglietti, e comprarli.

Mercoledì 14 Dicembre, ore 10.07 (orario ricavato da Hotmail): conferma del pagamento. I biglietti sono miei… Ed io, ancora adesso, non ci posso credere!!! 😀 Considerando anche il fatto che tutt’ora il sito è disordinato e non si capisce quali settori siano disponibili e quali no. Alcuni miei amici non sono riusciti a prenderli, nonostante si siano connessi pochi minuti dopo di me… Alcuni ragazzi dicono che li rimetteranno presto in vendita tutti gli altri biglietti, essendo elevata la capienza dello Stadio, ma in ogni caso io sono felice di essere così tranquilla. Lo stress di stamattina basta ed avanza per i prossimi giorni! xD

Scusate l’entusiasmo, ma è una cosa a cui tengo davvero troppo per non lasciarne traccia su queste pagine virtuali. Mi sono sempre piaciuti come gruppo ed ho sempre sognato di vederli dal vivo, ma ero minorenne nel 2005 (primo tour di cui ho memoria)… Nel 2008 invece non sapevo con chi andare ad Udine (dove si esibirono) e quest’anno per il Jammin’ Festival non volevo spendere tantissimi soldini per vedere “solo” loro, visto che gli altri artisti non erano di mio gradimento.

UN ABBRACCIO!

Di nuovo qui!

Ultimamente ho sbandato un po’. Forse un po’ troppo.

Da circa due mesi non scrivo assiduamente, ma ora sento la necessità di riprendere a farlo, anche per ricominciare ad essere me stessa. In fin dei conti quel che mi è successo è semplice: mi sono smarrita e stanotte mi sono ritrovata.

Ciò potrebbe far ridere, me ne rendo conto. Effettivamente sono solo una semplice studentessa di 21 anni: quali potrebbero essere i miei problemi ed i miei dubbi? Di quale entità potrebbero mai essere le mie domande? In ogni caso quest’ultimo mese mi ha segnato profondamente, trasformando l’autunno nel periodo indubbiamente più importante di quest’anno.

Ho sbagliato tanto, per paura di perdere la persona a cui sono stata sentimentalmente legata per 3 anni. Ho lasciato stupidamente socchiusa una porta che entrambi sapevamo di dover chiudere completamente. E’ sempre stato un mio enorme limite: non riuscire ad allontanarmi mai del tutto dalle persone a cui voglio bene, nonostante solidi motivi razionali dovrebbero portarmi a chiudere ogni tipo di rapporto. Nulla mi ferma dal voler bene a qualcuno, persino le forme di umiliazione più pesanti non riescono ad uccidere completamente il mio affetto. Quando si tratta di amicizie, tutto questo non costituisce un problema, anzi mi consente di riallacciare facilmente i rapporti. Ma quando si tratta di amore, tutto cambia. Preso atto di questo, ho dovuto lavorarci su.

In ogni caso, chiusa definitivamente (e faticosamente) la porta, sono tornata a rapportarmi con il mondo esterno. E tutto mi è risultato difficile. Conoscere gente nuova, con modi di fare e stili di vita diversi dai miei, inizialmente è stato positivo; sono uscita tantissimo, praticamente i libri non li ho toccati per settimane, perché in quel momento “mi andava così”. Però molti aspetti che ritenevo interessanti si sono rivelati alla fine deludenti. Io amo la concretezza e l’organizzazione, quindi sono stata contenta di conoscere una (nuova) comitiva molto variegata che svolge delle attività piacevoli. Il punto è che non si possono fare sempre le 3 ogni volta che si esce… Per come sono io, non sono ritmi sostenibili. Inoltre parlare di Università con alcune di queste persone è impossibile, e spesso mi sembra di essere un’aliena quando dico che “non esco il pomeriggio per studiare”. Tuttavia, ognuno è libero di vivere come vuole, quindi nulla da dire sulle priorità altrui, purtroppo spesso non coincidenti con le mie.

Il discorso diventa più ampio quando si parla dell’interazione con l’altro sesso, argomento per me ormai totalmente ignoto, essendo “uscita dal giro” quasi 4 anni fà… Sono rimasta sconcertata dai racconti di due amiche con cui ho avuto modo di parlare con calma sempre nell’ultimo mese. Ho notato ascoltandole attentamente un’assoluta mancanza di sincerità alquanto diffusa nei nostri coetanei, e questo mi lascia davvero perplessa. Non voglio fare uno stupido discorso femminista però… Non sono gli uomini quelli “con le palle”? Hanno bisogno di essere protetti dallo scudo di Capitan America per dire ad una ragazza, con garbo semmai, “non mi interessi”? Senza scuse, senza false speranze, senza vergogna. Sicuramente anche i ragazzi possono avere dei dubbi che portano a situazioni equivoche, soprattutto quando l’altra persona non la si conosce ancora bene, però quando si è certi di determinate cose perché non essere chiari, limpidi, diretti? Scusate se continuo a scriverne ma per me alcune sono cose inconcepibili, davvero. Comincio seriamente a condividere alcune delle classiche lamentele senili sui giovani di oggi. 😆

Tutto questo (e molto altro su cui però non scendo nei particolari per non risultare prolissa) mi ha portato a voler tornare ai miei vecchi punti fermi: in primis i miei studi ovviamente, ma anche i miei amici (quelli storici, quelli veri, quelli che se non esco per studiare mi vengono a trovare a casa per un caffè) e soprattutto il mio blog. E VOI. Leggervi, commentarvi, scrivervi quel che penso, confrontarci.

Detto questo, prima di lasciarvi, ho altre due notizie veloci che sicuramente approfondirò nei prossimi giorni… 1. Mi sono appassionata (grazie ad un amico) alla saga di “Star Wars”. Infatti ho anche aggiornato la pagina delle citazioni. Non so come ho fatto a vivere senza Jedi e Yoda fin’ora! 😀 2. Attendo davvero ansiosamente l’annuncio della fatidica data italiana del tour dei Coldplay, concerto assolutamente imperdibile, e sto consumando Mylo Xiloto! Per ingannare l’attesa, buon ascolto! Vi saluto tutti, a presto! Lù

Notti insonni e Coldplay

I Coldplay sono tornati, per la gioia delle nostre orecchie, con un nuovo e bellissimo album! Ma non è di questo di cui vorrei lasciar traccia oggi…

Questa canzone è tanto vecchia quanto significativa per me in questo momento. La condivido quindi al posto delle altre (inutili) parole che potrei scrivere.

Vi auguro un buon weekend. 😉

Finalmente Coldplay!

Il 3 Giugno è uscito il nuovo singolo! Evviva! Io li amooo! 😀

Non potrò vederli dal vivo per adesso (troppo lontano il posto e troppo costoso il progetto complessivo), però non vedo l’ora di poter ascoltare il nuovo album. Ho il brutto vizio di impararli a memoria i loro Cd, ascolto solo quelli per un bel pò di tempo a partire dalla pubblicazione ufficiale! E’ successo nel 2002, ed ancora nelle estati del 2005 e del 2008. Anche se i Fab4 nel mio cuore non li batterà mai nessuno, ovviamente! ♥

Passate una buona giornata!