2011 (Post ad uso personale!)

Anche se ormai oggi è già 14 Gennaio, e mi rendo conto di essere in ritardo, volevo inserire un post sintetico ma “dovuto” su questa pagina, a proposito dell’anno che è passato. Il fatto che sia un piovoso sabato pomeriggio, mi aiuta a trovare la voglia di sospendere un attimo gli studi e scrivere quattro parole. 😀

E’ stato un anno pieno di: Università, amici, esperienze nuove, decisioni sofferte.

E’ stato invece un anno povero di: tempo trascorso in famiglia, concerti, viaggi, libri letti.

Voglio ringraziare in particolare: Elena ed Ilaria, le mie sorelle, anche se non di sangue. Mi supportano (e sopportano ;)) ormai da quasi quattro anni ogni giorno in Università e fuori. E’ un legame bellissimo che spero non si rovini mai, anche se è destinato ad affievolirsi per via di “lontananze forzate” (a causa di Erasmus/Specialistica in altra città). Ce la caveremo ragazze, come sempre! Vi voglio bene!

Le due amiche “storiche”, quelle che ci sono SEMPRE. Un grazie enorme ad Antonella e Juliet, che mi hanno visto raggiungere quest’anno (pardon, l’anno scorso! ;)) il più basso livello di autostima mai esistito. Mi hanno visto piangere tutte le lacrime possibili, ma hanno trovato sempre il tempo di asciugarle tutte. ❤

Nick, non ci sono parole. Amico è riduttivo per lui. Lo ringrazio per l’ascolto, per i regali, per i pomeriggi passati a scherzare davanti ad un the inglese bollente. Ma anche per i Dvd che mi presta, tratti dalla sua invidiatissima e fornitissima collezione, e per i suoi messaggini (che mi fanno andare di traverso il caffè dalle risate). :mrgreen:

Vincenzo (ma anche Chiara, Silvia, Marco, e tutti gli altri…) “new entry” nei miei pensieri e nelle mie giornate, da circa tre mesi; voglio ringraziare anche loro. 😉 Hanno visto in me quasi subito “qualcosa” di positivo, di unico, e questo mi ha fatto sentire davvero bene, per una volta un po’ speciale. Apprezzo il loro sorriso, la loro compagnia e il loro affetto, anche se mi rendo conto benissimo che per ora sono solo “una conoscente”. Spero davvero che con il tempo i legami (come è successo con tutti gli altri amici che ho) si possano consolidare. Ringrazio Vincenzo in particolare per i suoi abbracci, per le sue battute, per le pause caffè passate scherzando, che rendono il Politecnico un posto meno triste e più vivibile. Per avermi fatto appassionare al alcuni giochi, alla saga di Star Wars, e per esserci sempre per me, anche solo con il pensiero.

Luigi, perché le esperienze negative fanno crescere. TANTO.

Ma un grazie enorme è per voi!!! Voi che leggete le mie pagine, che mi commentate, che con i vostri post mi fate scoprire cose nuove e nuovi modi di vedere le stesse cose. [Permettetemi il gioco di parole! ;)] Vi abbraccio e vi rinnovo i miei auguri, affinchè quest’anno possiate realizzare tutto quello che desiderate. A presto!

Annunci

Varie ed eventuali#2

  • Prevedibile il bombardamento mediatico in occasione dell’11 Settembre. Altrettanto prevedibili (per chi mi conosce) le mie lacrime di rabbia nel rivederne le immagini in giro tra History Channel, Sky Tg 24 e simili. Negli ultimi hanni ho acquisito una certa empatia con gli americani, avendo conosciuto “parenti” (in realtà acquisiti) proprio di New York. [Ho volutamente chiesto loro cosa ne pensassero di tutta la vicenda ma soprattutto dei suoi sviluppi successivi; mi ha aiutato a capire come sono stati percepiti da loro gli eventi.]
  •  Della serie “momenti di pura follia”… Il mio smartphone per tre giorni ha deciso di non volersi accendere. CHE NERVI. (1) Dopo vari smanettamenti (e tanta pazienza, visto il mio lentissimo portatile) ho aggiornato l’O.S. e finalmente ora è tutto ok! Ma non è finita qui… Non riesco a ricordare tantissime formule nonostante io stia studiando già da alcune settimane, e l’esame è alle porte. Sonno disturbato (dalle formule “mancanti”) e memoria già satura a causa del programma immenso. CHE NERVI. (2)
  • Obiettivamente, non se ne può più dell’eterna polemica Vasco/Ligabue presente ovunque e costantemente in giro tra giornali, Web e tutto il resto. Sinceramente, Vasco non mi è mai piaciuto, tolta qualche canzone, tra le prime. L’ho sempre trovato un uomo poco interessante e un cantante pessimo, soprattutto nei testi. Ligabue lo ascolto da “poco”, dal 2005 circa, e poco a poco riscopro cd o canzoni vecchie grazie ad alcuni amici che sono suoi fan “storici”. Mi piace il suo romanticismo e la sua grinta. La cosa  che non sopporto profondamente è la “lotta tra fan”. Il mondo è bello perchè è vario! E loro invece si uccidono verbalmente con toni pesanti e parolacce solo perchè parteggiano per l’uno o per l’altro artista, senza poi in realtà conoscersi davvero. E’ una cosa che non capisco, davvero! In ogni caso ne approfitto per postare una canzone che mi piace tantissimo! :mrgreen:
  • Infine una nota strettamente personale. Volevo ringraziare i miei amici Ilaria, Elena e Mathias per avermi fatto compagnia ieri sera. Avevo bisogno di staccare la spina dalle preoccupazioni e dai pensieri di cui ho scritto già qui. Ho preparato per loro una cena a base di foccaccia (molto gradita per fortuna :P), e sono stata il più ospitale possibile. Comunque devo smetterla di guardare sempre Real Time, ed in particolare i programmi di quel gran figo di Alessandro Borghese. Infatti una delle prime cose che ho pensato a fine serata è stata: Chissà cosa avrebbero detto di me i conduttori di “Cortesie per gli ospiti”? xD

Vi devo proprio lasciare ora, un pomeriggio di studio mi attende. Spero che la vostra settimana sia iniziata bene e che continui ancora meglio! ♥ Lucia

Palio, musica, pensieri e un pò di moda!

Scusate il titolo strano, ma volevo parlare di cose diverse ed allo stesso tempo essere riassuntiva. 😀

In ogni caso, oggi ho vari spunti di riflessione.

Contrada della Lupa

Prima di tutto, il Palio di Siena. Ovviamente io tifo per la “sfigatissima” lupa (non vince da vent’anni se non ricordo male :lol:) il cui stemma regna all’entrata della mia stanza. Comunque, si sono scatenate come sempre molte polemiche a causa dei cavalli che sono morti e si sono fatti male tra prove e gara. C’è chi, a causa di questi episodi, chiede che la manifestazione venga abolita; voi siete d’accordo? Io no. Anche se ci sono stata davvero per poco tempo, Siena mi è entrata subito nel cuore. [Ho pensato persino di andare lì a studiare per quanto mi piace quella città.] In ogni caso mi piace questa tradizione, perchè è davvero sentita dagli abitanti. A volte fin troppo, credo. Si creano persino alleanze e nemici! Quando dei miei amici toscani me l’hanno spiegato nei dettagli, mi sono un pò stupita. Cioè, capisco la competitività, il significato religioso, il prestigio, però fino ad un certo punto. O_O Andando oltre questa mia personale opinione, credo che il problema degli incidenti possa essere evitato senza dover cancellare necessariamente il Palio. Ci sono alcune curve che sono davvero difficili da affrontare, se percorse ad alta velocità. Studiando meglio il percorso in Piazza non si potrebbe risolvere il problema degli incidenti gravi? [Se c’è qualche senese che per caso legge, mi illumini al riguardo, please. :?]

In secondo luogo, ho assistito ad alcuni saggi di un’associazione musicale domenica. I miei due migliori amici suonano rispettivamente il basso e la chitarra. Sono molto bravi (non lo dico solo perchè sono appunto, i miei migliori amici :mrgreen:) e per questo suonano in diversi gruppi. Nel giro di una serata avranno cambiato tre o quattro generi e suonato con persone dai 15 ai 50 anni. Complessivamente, è stata una piacevole serata. Il problema è che per quanto mi piaccia sentirli suonare, mi viene un’invidia pazzesca quando penso al fatto che io invece non ho alcun tipo di abilità. Non intendo solo in campo musicale, IN GENERALE! Ed è seriamente preoccupante, visto che questo mi rende abbastanza anonima come ragazza. Quindi… MALE, questo secondo “spunto di riflessione” mi conduce a voler diventare brava in qualcosa entro la fine dell’anno. Sperando che quel “qualcosa” non siano le pulizie in casa, o non so, rompere le scatole alla gente. 😆

Heidi Klum & Tim Gunn

Coerentemente con quanto detto prima, mi ero appassionata al programma “Project Runway“, in cui degli stilisti “dilettanti” competono per vincere la possibilità di realizzare una collezione tutta loro. [Mi affascinava veder realizzare cose che non sarò mai in grado di fare!] Le prove spesso erano assurde, per via del pochissimo tempo che veniva concesso ai concorrenti per la realizzazione degli abiti. In ogni caso anche la stagione 7 è finita, uffa. Comunque, Heidi Klum rimane sempre una delle modelle più belle che io abbia mai visto! E poi Tim Gunn è proprio buffo. Bryant Park, New York. Un giorno ci metterò piede lì, ma in fondo mi basterebbe anche solo il mignolo del piede. Sarebbe già una grossa soddisfazione! xD

Infine, la quarta ed ultima cosa riguarda una mia carissima amica, la mia compagna di banco del Liceo, che si è laureata la settimana scorsa alla Bocconi. Sono davvero felice per lei, ha raggiunto un traguardo importante. [Ndr: Ti voglio bene Stè! ♥ ] Anche se le nostre strade si sono divise a causa delle rispettive scelte universitarie, ed anche se ora viviamo in città diverse, è sempre una gioia passare del tempo con lei. 😉 [E la fortuna è che comunque riusciamo a vederci almeno una decina di volte l’anno, quando torna qui in città.] A volte mi chiedo come sarebbe stata la mia vita se lei non fosse partita tre anni fa. Avrei potuto vivere meglio l’operazione di mio padre, le mie prime difficoltà in università… Avrei potuto non buttarmi a capofitto a 18 anni in una relazione impegnativa seguendo i suoi saggi consigli. Non lo so e non lo potrò mai sapere. Lei era “la trascinatrice”, il vulcano di idee che mi proponeva sempre cosa fare la sera, dove e con chi uscire, ma soprattutto lei per me c’era sempre. Non mi faceva mai mancare ascolto e consigli, e mi ha sempre reso più serena ridimensionando puntualmente le mie visioni dei problemi. Ho dovuto faticare non poco per trovare altre compagnie, altre amicizie, con cui comunque non raggiungerò mai il legame che c’era con lei. Però in fondo posso dire che, sebbene non mi sia ancora laureata e non so quando questo accadrà con precisione, sono felice lo stesso di questi ultimi tre anni. Sì, me la sono cavata abbastanza bene, anche senza quei punti di riferimento che mi sembravano tanto saldi appena diplomata. 😀

Oggi ho scritto davvero troppo! A presto!

La frase del giorno

Amo i Baci Perugina. Ho odiato mio padre a Pasqua, nel momento in cui dopo pranzo ha mangiato l’ultimo di quelli contenuti nell’uovo di Pasqua Perugina. Visto che non c’è nessuno che me li regala (perchè gli uomini, o almeno quelli che ho incontrato io, non sono più come quelli di una volta), me ne sono comprato UNO da sola, mentre facevo la spesa stamattina. Una cosa tristissima, lo so. Però era giusto per accompagnare il caffè dopo pranzo, e per vendicarmi scherzosamente di mio padre. Il quale, nel momento del caffè, mi ha stupito uscendo dal sacchetto di carta, gelosamente custodito per tutta la mattina, un pasticciotto leccese enorme. Quindi, in fin dei conti, mi ha fregato lo stesso. Che brutta bestia essere golosi. 😀
La frase che ho trovato nel mio misero (rispetto al suo) dolcetto, è questa:
Non abbiamo tanto bisogno dell’aiuto degli amici, quanto della certezza del loro aiuto.
(Epicuro)
L’ho condivisa con voi perchè vorrei sapere cosa ne pensate. Io la trovo estremamente veritiera. Forse perchè sono una persona (purtroppo) sensibile, quindi a volte ci sono cose che mi fanno stare male, anche se per tanti altri invece le stesse cose non sono importanti. Ed è in quei momenti che ho bisogno di aiuto. Nonostante le esperienze passate mi abbiano insegnato tanto, quando si tratta dei miei affetti, le mie difese si sfaldano. Vorrei tanto essere più forte in alcune circostanze, saper fronteggiare meglio gli avvenimenti negativi. In ogni caso, cerco di fare del mio meglio. E su questo devo lavorare ancora.
Passate un buon venerdì. A presto.

Firework

Vorrei cantare questa canzone alle persone che amo quando le vedo stare male, per ricordare loro quanto valgono e quanto sia importante trovare la forza di andare avanti nonostante tutto. La vorrei cantare per me stessa quando ho i miei momenti NO in cui vedo tutto davvero nero e non riesco ad essere razionale. Vorrei, ma sono stonatissima! Quindi lascio fare a Katy… 😉

…You don’t have to feel like a waste of space,
you’re original, cannot be replaced.
If you only knew what the future holds,
after a hurricane comes a rainbow…

Maybe you’re reason why all the doors are closed,
so you can open one that leads you to the perfect road…
Like a lightning bolt, your heart will blow
and when it’s time, you’ll know…

You just gotta ignite the light,
and let it shine…
…Just own the night,
like the Fourth of July…

…Cause baby you’re a firework,
come on show ‘em what your worth,
make ‘em go “Oh, oh, oh!”
as you shoot across the sky-y-y…

Baby you’re a firework,
come on slet your colors burst…
Make ‘em go “Oh, oh, oh!”
you’re gunna leave ‘em fallin’ down-own-ow…