I luoghi dell’anima

Questo era il titolo di uno dei saggi brevi proposti per la prova scritta di italiano in occasione dell’esame di maturità 2007 (lasciate che lo chiami così perché se scrivo “esame di Stato” a me viene in mente solo l’enormissimo MANUALE DELL’INGEGNERE CIVILE che dovrò studiarmi appunto per l’esame di Stato e mi sale l’ansia!) 😀
Oggi mi sono interrogata su quali siano i miei…
Ne ho individuati due.
Banalmente, vivendo in una città di mare, luoghi importanti sono le “mie” coste. Rocciose, dove il mare è sempre un po’ traditore e ti lascia in ricordo sulla pelle, alla minima disattenzione in una giornata in cui è agitato, taglietti o lividi se non conosci bene il fondale. Sicuramente non c’è paragone con le bellissime coste Salentine (per rimanere in Puglia), con tanti altri splendidi luoghi italiani o con le immense spiagge sabbiose della Costa Blanca (che ho avuto il piacere di frequentare agli inizi di questa estate), però quel mare che frange violentemente contro la scogliera e che bagna pericolosamente la strada litoranea è uno spettacolo che nei mesi invernali di quest’anno mi è davvero mancato. Ma sono ancora lontani i giorni in cui potrò godere nuovamente di questo spettacolo, qui si muore ancora di caldo! 😉

E poi… Ho lasciato un po’ di me a Valencia, nella Plaza del Ayuntamiento, nella Estació del Nord, nell’ Estadio de Mestalla, ma soprattutto quando girovagavo da sola tra i suoi palazzi immensi, nelle sue strade più o meno centrali. Ed ancora un po’ in periferia, tra l’Universitat Politècnica de València dove andavo a trovare alcuni amici e la bellissima Ciutat de les Arts i les Ciències.

Sono posti che mi danno la carica, mi fanno stare bene, ma mi fanno anche riflettere quando ne ho bisogno. Estremamente diversi ma ugualmente significativi… Voi provate qualche forte sensazione in alcuni posti o città dove siete stati o puntualmente tornate o vivete?
Sarei curiosa di saperlo!

Annunci

4 pensieri su “I luoghi dell’anima

  1. Ho riflettuto un po’ su quello che hai chiesto al termine del tuo articolo. Stavo per rispondere con un paio di città… ma alla fine sono tornato sui miei passi e quindi rispondo che molto probabilmente devo ancora trovare un posto così. L’unica sensazione particolare e decisamente forte che mi è rimasta dentro e che vorrei ripetere presto è simile al tour in Scozia auto-organizzato. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...