Serata “Liceale”

Ieri sera ho passato una serata carina, con alcune mie ex compagne di classe ed altri ex studenti del mio Liceo. 😀

La nostra professoressa di matematica del biennio dopo quarant’anni di insegnamento è andata in pensione e quindi abbiamo colto l’occasione per passare una serata tutti insieme con lei. Eravano una trentina di persone, di età diverse, dai 35 ai 18 anni, tutti suoi ex alunni. E’ stata una serata piacevole, in cui mi sono confrontata con parecchie persone ed ho imparato tante cose che non sapevo ad esempio su altre Facoltà oppure sul Conservatorio, ed altri argomenti. [Purtroppo, frequentando solo miei coetanei-compagni di studio, corro il rischio di fossilizzarmi un pò troppo su quello che è il “nostro mondo”. ;)]

Sono scappata come Cenerentola, a mezzanotte, prima della fine della serata. Sto studiando molto intensamente in questi giorni, e se perdo il ritmo “7 ore di sonno/giornata di studio/7 ore di sonno”, poi è molto difficile riprenderlo. Quindi tendo a preservare questo strano equilibrio almeno fino a quando non saprò con certezza se devo fare o meno l’esame. (Tutto dipende dalla data in cui verrà fissato l’appello. :() In ogni caso la professoressa prima che andassi via mi ha regalato una “letterina”. Vi riporto un pezzettino, che mi ha colpito.

…Certo sarebbe stato più facile parlare di assiomi, problemi, sistemi, equazioni, o delle infinite mappe concettuali, che sempre contraddistinguevano il nostro lavoro, piuttosto che della bellezza, della ricchezza, dell’impegno, dell’amore di questi quarant’anni di insegnamento: così veloci nello scorrere, così ricchi e formativi… Profondamente indimenticabili! (…) …Abbiamo capito, sperimentato, lottato, amato, abbiamo fatto cultura! E questo ha fatto la differenza che rende il passo fermo, lo sguardo trasparente, anche se a volte le sofferenze per le “ingiustizie” sofferte da ambo le parti hanno reso stanco lo spirito…

Buonanotte! 😉

Annunci

4 pensieri su “Serata “Liceale”

    1. Hai ragione! In ogni caso è stata molto contenta della serata: vederci tutti lì per lei! Eppure ti assicuro che gli ZERO volavano tranquillamente in classe. Era ed è tutt’ora una donna molto forte e sicura. Anche se quando le ho detto che parte di quello che sono diventata e degli interessi che ho sviluppato è merito suo, una lacrimuccia c’è stata. 😀

  1. Mi viene in mente il mio professore di elettronica … non ricordo il nome , ma il soprannome : Minerva …. per il suo colore dei capelli ( rossi ) e la statura ( magro ed alto ) . In poche parole … un fiammifero ! Ahahahahah
    Poi avevo anche MacGyver … invece di studiare ci raccontava le sue avventure … del tipo che una volta non ricordo dove si era lanciato col paracadute ed era finito in una foresta e bla bla bla … ma con lui c’era un rapporto scherzoso , ci prendevamo in giro a vicenda ! Ogni volta durante la lezione ( ehm … macche’ lezione 😀 ) mi alzavo e gli dicevo ” Mac … vado a fumare in bagno ! ” A volte mi diceva di aprire la finestra e fumare in classe . Un genio !
    ciàà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...